Diritto amministrativo: il silenzio-assenso ex art. 17-bis l. 241/1990 si forma soltanto se la richiesta della P.A. procedente è accompagnata dallo schema di provvedimento e dalla relativa documentazione

Il meccanismo del silenzio-assenso previsto dall'art. 17-bis della l. 7 agosto 1990, n. 241 («Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi»), in tanto opera in quanto la richiesta dell'Amministrazione procedente sia corredata dello schema di provvedimento e della relativa documentazione (fattispecie riguardante il rilascio di nullaosta per l'istituzione di una zona a traffico limitato).

TAR Lombardia, Brescia, sezione II, 24 giugno 2022, n. 635

Appalti pubblici: l'offerta che non soddisfa i requisiti minimi stabiliti nella lex specialis va esclusa dalla gara

In tema di procedure per l'affidamento di contratti pubblici, la presentazione di un'offerta che non soddisfa i requisiti minimi stabiliti nella lex specialis integra un aliud pro alio e, pertanto, comporta di per sé l'esclusione dalla gara, pur qualora difetti un'espressa comminatoria in tal senso. ► V. anche TAR Toscana, sez. I, sent. n. 1203/2021, in questa Rivista.

TAR Sicilia, sezione III, 22 giugno 2022, n. 2028

Pubblico impiego: sul passaggio diretto di personale tra amministrazioni diverse (art. 30 d.lgs. 165/2001) decide il giudice ordinario

Appartengono alla giurisdizione del giudice ordinario le controversie riguardanti il passaggio diretto di personale tra amministrazioni diverse ex art. 30 del d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165 («Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche»), ancorché la procedura di mobilità preveda la pubblicazione di un bando, configurandosi nella specie un'ipotesi di cessione del contratto di lavoro. ► V. anche TAR Lombardia, Brescia, sez. I, sent. n. 245/2022, e TAR Umbria, sent. n. 435/2020, entrambe in questa Rivista.

TAR Puglia, Lecce, sezione II, 20 giugno 2022, n. 998

Privilegio: sono incostituzionali gli artt. 2751-bis, n. 3), c.c. e 1, comma 474, l. 205/2017, là dove non prevedono in favore dell'agente di commercio il privilegio generale sui mobili per il credito di rivalsa IVA sulle provvigioni

Sono incostituzionali - per violazione dell'art. 3 Cost. - gli artt. 2751-bis, n. 3), c.c. e 1, comma 474, della l. 27 dicembre 2017, n. 205 («Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020»), là dove non prevedono, in favore dell'agente che svolga una prestazione di opera continuativa e coordinata, prevalentemente personale, il privilegio generale sui mobili esteso al credito di rivalsa per l'imposta sul valore aggiunto (IVA) sulle provvigioni dovute per l'ultimo anno di prestazione.

Corte costituzionale, 1° luglio 2022, n. 167

Patrocinio a spese dello Stato: è incostituzionale l'art. 130 d.P.R. 115/2002, là dove non esclude la riduzione della metà degli onorari dell'ausiliario del magistrato in caso di tariffe non adeguate al costo della vita

È incostituzionale - per violazione dell'art. 3 Cost. - l'art. 130 del d.P.R. 30 maggio 2002, n. 115 [«Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia (Testo A)»], là dove non esclude che la riduzione della metà degli importi spettanti all'ausiliario del magistrato sia operata in caso di applicazione di previsioni tariffarie non adeguate a norma dell'art. 54 dello stesso d.P.R.

Corte costituzionale, 1° luglio 2022, n. 166

Edilizia e urbanistica: è incostituzionale la normativa della Regione Lazio sull'oblazione per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria

È incostituzionale - per violazione dell'art. 3 Cost. - la normativa della Regione Lazio (l. 15/2008) in materia di oblazione per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria.

Corte costituzionale, 1° luglio 2022, n. 165

Procedura penale: la decisione del tribunale del riesame che, accogliendo l'appello del PM sulla misura cautelare personale, riqualifica il fatto o ravvisa un'aggravante a effetto speciale è immediatamente esecutiva

In tema di misure cautelari personali, la decisione con la quale il tribunale del riesame, in accoglimento dell'appello del pubblico ministero, attribuisca al fatto una diversa qualificazione giuridica, ovvero riconosca la sussistenza di una circostanza aggravante a effetto speciale esclusa nell'ordinanza genetica, è immediatamente esecutiva (art. 588, comma 2, c.p.p.) e, pertanto, incide sul computo dei termini di durata massima della custodia cautelare.

Corte di cassazione, sezione II penale, 27 aprile 2022, n. 21826 (dep. 6 giugno 2022)

Medici specializzandi: la Suprema Corte chiude l'annosa querelle sul compenso per la formazione iniziata prima dell'entrata in vigore (29 gennaio 1982) e proseguita dopo la scadenza del termine di trasposizione (1° gennaio 1983) della direttiva 82/76

Il diritto al risarcimento del danno da inadempimento della direttiva 82/76/CEE, riassuntiva delle direttive 75/362/CEE e 75/363/CEE, spetta anche agli iscritti a corsi di specializzazione medica negli anni accademici anteriori a quello 1982-1983, ma solo a partire dal 1° gennaio 1983 e fino al termine della formazione, sempreché tale specializzazione sia comune a tutti gli Stati membri, ovvero a due o più di essi, e sia menzionata negli artt. 5 o 7 della direttiva 75/362/CEE. ► V. anche, in questa Rivista: CGUE, ottava sezione, sentt. 3 marzo 2022, causa C-590/20, e 24 gennaio 2018, cause riunite C-616/16 e C-617/16; Cass. civ., sez. un., sentt. nn. 30649 e 19107/2018, e sez. lav., sent. n. 4449/2018.

Corte di cassazione, sezioni unite civili, 23 giugno 2022, n. 20278

Trattamento dei dati personali: legittima la decisione del Garante della privacy di imporre alla Provincia autonoma di Bolzano la limitazione definitiva del trattamento dei dati connessi all'utilizzo del green pass

Spetta allo Stato, e per esso al Garante per la protezione dei dati personali, adottare il provvedimento 18 giugno 2021, n. 244 («Provvedimento di limitazione definitiva in merito ai trattamenti previsti dalla Provincia autonoma di Bolzano in tema di certificazione verde per Covid 19 - 18 giugno 2021») e la nota 6 luglio 2021, prot. n. 0035891, con le quali, rispettivamente, si è limitato in via definitiva il trattamento dei dati personali connesso alla certificazione verde, come regolato dalle ordinanze del Presidente della Giunta della Provincia autonoma di Bolzano 23 aprile 2021, n. 20 e 21 maggio 2021, n. 23, e si è invitata la medesima Provincia autonoma a non introdurre un uso delle certificazioni verdi COVID-19 difforme da quello previsto dalla legge statale.

Corte costituzionale, 30 giugno 2022, n. 164

Circolazione stradale: è incostituzionale l'art. 224, comma 3, c.d.s., là dove non prevede che, ove il reato di guida in stato d'ebbrezza sia estinto per esito positivo della messa alla prova, la durata della sospensione della patente venga dimezzata

È incostituzionale - per violazione dell'art. 3 Cost. - l'art. 224, comma 3, del d.lgs. 30 aprile 1992, n. 285 («Nuovo codice della strada»), là dove non prevede che, nel caso di estinzione del reato di guida sotto l'influenza dell'alcool di cui all'art. 186, comma 2, lett. b) e c), del medesimo d.lgs., per esito positivo della messa alla prova, il prefetto, applicando la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente, ne riduca la durata della metà.

Corte costituzionale, 30 giugno 2022, n. 163

Previdenza: è incostituzionale l'art. 1, comma 41, l. 335/1995, là dove non prevede che la pensione di reversibilità di chi possiede redditi aggiuntivi non possa essere decurtata in misura superiore alla concorrenza di tali redditi

È incostituzionale - per violazione dell'art. 3 Cost. - il combinato disposto del terzo e quarto periodo dell'art. 1, comma 41, della l. 8 agosto 1995, n. 335 («Riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare»), e della connessa Tabella F, là dove non prevede che, in caso di cumulo fra il trattamento pensionistico ai superstiti e i redditi aggiuntivi del beneficiario, la decurtazione effettiva della pensione non possa essere operata in misura superiore alla concorrenza dei redditi stessi.

Corte costituzionale, 30 giugno 2022, n. 162

Sanità: è incostituzionale la legge della Regione Puglia che prevede l'erogazione del test prenatale non invasivo (NIPT) per alcune categorie di donne in stato di gravidanza

È incostituzionale - per violazione dell'art. 117, terzo comma, Cost. («coordinamento della finanza pubblica») - la legge della Regione Puglia (n. 31/2021) che prevede l'erogazione del test prenatale non invasivo (NIPT) per alcune categorie di donne in stato di gravidanza.

Corte costituzionale, 30 giugno 2022, n. 161

Appalti pubblici: il punteggio sulle certificazioni non è frazionabile e va attribuito all'intero RTI, salvo che la lex specialis stabilisca altrimenti

In tema di procedure per l'affidamento di contratti pubblici, il punteggio relativo alle certificazioni richieste non è frazionabile e dev'essere attribuito al concorrente nel suo complesso (dunque, all'intero raggruppamento temporaneo d'imprese), salvo che la lex specialis stabilisca altrimenti (riforma TAR Basilicata, sent. n. 383/2021).

Consiglio di Stato, sezione V, 23 giugno 2022, n. 5190

Procedimento amministrativo: niente silenzio-assenso se l'istanza del privato presenta carenze documentali

L'operatività del meccanismo del silenzio-assenso postula necessariamente, oltre all'inerzia della P.A., la contestuale presenza delle condizioni, dei requisiti e dei presupposti richiesti dalla legge, ossia di tutti gli elementi costitutivi della fattispecie di cui si deduce l'avvenuto perfezionamento; sicché, in difetto di questi, non si dà formazione tacita del provvedimento amministrativo (controversia riguardante un permesso di costruire) (conferma TAR Campania, sez. II, sent. n. 3650/2015).

Consiglio di Stato, sezione VI, 22 giugno 2022, n. 5146

Accesso civico: gli enti previdenziali e assistenziali privatizzati sono soggetti all'accesso civico

Gli enti previdenziali e assistenziali privatizzati soggiacciono alla disciplina dell'accesso civico [d.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 («Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni»)], attesa la natura pubblicistica dell'attività da essi svolta (fattispecie relativa alla Fondazione Enpam) (conferma TAR Lazio, sez. III-quater, sent. n. 35/2022).

Consiglio di Stato, sezione III, 21 giugno 2022, n. 5089

Processo amministrativo: va annullata con rinvio la sentenza in forma semplificata emessa senza che ne ricorressero i presupposti, se ciò ha comportato una lesione del diritto di difesa

In tema di processo amministrativo, ai sensi degli artt. 60 e 105, comma 1, c.p.a., va annullata con rinvio la sentenza in forma semplificata che sia stata emessa in difetto dei relativi presupposti (completezza del contraddittorio e dell'istruttoria; preavviso alle parti costituite), qualora ciò abbia comportato una lesione del diritto di difesa (annulla con rinvio TAR Liguria, sez. I, sent. n. 343/2022). ► V. anche CdS, sez. V, sent. n. 2163/2022, in questa Rivista.

Consiglio di Stato, sezione V, 20 giugno 2022, n. 5030

Processo amministrativo: il ricorrente che propone motivi aggiunti non deve presentare un'autonoma istanza di fissazione dell'udienza

In tema di processo amministrativo, il ricorrente che propone motivi aggiunti (propri o impropri) non è tenuto a presentare un'autonoma istanza di fissazione dell'udienza, essendo tale adempimento richiesto dall'art. 71 c.p.a. per il solo atto introduttivo del giudizio (annulla con rinvio, ex art. 105, comma 1, c.p.a., TAR Sicilia, Catania, sez. IV, sent. n. 3481/2021). ► V. anche CdS, sez. IV, sent. n. 7493/2021, in questa Rivista.

CGA Regione Siciliana, 17 giugno 2022, n. 709

Regioni: è incostituzionale la normativa della Sicilia su biocidi, certificazione di prodotti agricoli extraeuropei e pagamento agevolato dei canoni relativi alle concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreativa

È incostituzionale - per violazione, nel complesso, dell'art. 117, commi primo e secondo, lett. l), Cost. - la normativa della Regione Siciliana (l. 21/2021) in materia di: a) uso di biocidi; b) certificazione di prodotti agricoli importati da Paesi extraeuropei; c) pagamento agevolato dei canoni relativi alle concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreativa.

Corte costituzionale, 28 giugno 2022, n. 160

Protezione internazionale: le istanze di ammissione alle misure di accoglienza devono essere evase entro trenta giorni

In tema di protezione internazionale, al procedimento di ammissione alle misure di accoglienza ex d.lgs. 18 agosto 2015, n. 142 («Attuazione della direttiva 2013/33/UE recante norme relative all'accoglienza dei richiedenti protezione internazionale, nonché della direttiva 2013/32/UE, recante procedure comuni ai fini del riconoscimento e della revoca dello status di protezione internazionale»), si applica il termine di conclusione di trenta giorni previsto dall'art. 2, comma 2, della l. 7 agosto 1990, n. 241 («Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi»). ► V. anche, in questa Rivista: CdS, sez. III, sent. n. 3578/2022; TAR Lombardia, Brescia, sez. II, sent. n. 225/2022; Milano, sez. IV, sent. n. 1195/2022, e sez. III, sent. n. 2145/2021.

TAR Lombardia, sezione III, 17 giugno 2022, n. 1404

Giurisdizione: sull'iscrizione agli albi professionali decide il giudice ordinario

Appartengono alla giurisdizione del giudice ordinario le controversie riguardanti l'iscrizione ad albi professionali (nel caso di specie, al registro dei revisori legali), vertendosi in tema di diritti soggettivi. ► V. anche Cass. civ., sez. un., ord. n. 6821/2017, in questa Rivista.

TAR Lazio, sezione II, 16 giugno 2022, n. 8036

G. Di Marco (cur.)

La riforma del processo civile

Giappichelli, 2022

A. Avanzini, L. Iberati, A. Lovato

Formulario degli atti notarili

Utet, 2022

A. Turchi

Diritto tributario di famiglia

Giappichelli, 2022